6.8.12

Monti VS democrazia

Monti in una intervista allo Spiegel tedesco si è lasciato andare e ha rivendicato il diritto dei governi ad "un proprio spazio di manovra". Già qualche anno fa Monti aveva detto qualcosa di simile, o forse di peggiore. Aveva auspicato più o meno una democrazia liberata da obblighi elettorali.
Insomma Monti vorrebbe essere il capo di un Governo che decide tutto in autonomia senza un minimo controllo democratico, anzi vorrebbe proprio liberarsi da questo fastidioso retaggio del passato: gli elettori. Sì, è vero che ormai il fatto che esistano un Parlamento e delle libere elezioni è solo una parvenza di democrazia ad uso e consumo di quella élite di cui Monti fa parte, ma da qui a dire esplicitamente, come un qualsiasi piduista di passaggio, che gli elettori e il controllo democratico non sono elementi fondanti di una vera democrazia, ce ne passa.
Il problema è anche il fatto che questi "bocconiani" sono sempre più accreditati, anche quando fanno la cosa sbagliata (vedi entrare, prima, e rimanere, poi, nell'Euro). C'è bisogno che si capisca che Monti, "bocconiani", governo tecnico, non sono sinonimi di competenza e di capacità di creare benessere per la popolazione intera. Molto spesso chi appartiene a queste categorie si serve di elementi di facile presa sul pubblico per perseguire i loro interessi. Tanto per fare un esempio: quanti di voi sono convinti che la riforma del mercato del lavoro sia "necessaria" perché "ce lo chiede l'Europa"? In quanti avete pensato: "si l'articolo 18 sarebbe una garanzia, ma se vogliono riformarlo è per il bene del Paese"? Tutto giusto, tutto bello, tutto "necessario". Ma forse non ci rendiamo conto che tutto questo è davvero necessario solo nella misura in cui ci permette di migliorare nell'unico modo in cui questa unione monetaria può permetterci di farlo: a spese dei lavoratori. Mi verrebbe da chiedere dov'è, allora, la sinistra, ma lasciamo stare.

2 commenti:

Chiara/gioiecolori ha detto...

La sinistra, in tutto questo e con la crisi che ci sta divorando, è a scannarsi per le unioni civili!

Davide ha detto...

...e sul Casini sì, Casini no come se non fosse già tutto un bel casino.